La 'nchianata pub



264171_192215457495592_7155992_n[1]  Siamo partiti da un uliveto posto sul declivio di una collinetta e delimitato da un vecchio muro a secco. Assieme agli ulivi vi sono mandorli e fichi, tra i quali trovano posto altre piante tipiche del nostro paesaggio mediter-raneo, quali il lentisco, il mirto, il corbezzolo, il timo e il cappero, tutte in una disposizione casuale.


  L'idea iniziale era quella di un pub all'aperto, un luogo che conservasse l'atmosfera rilassante della 1016586_558901354160332_766888164_n[1]campa-gna, semplice, informale e di buon gusto. Un luogo dove la mano del progettista apparisse guidata dalla pura casualità e le piante fossero protagoniste della scena. Ci siamo così adattati alla situazione trovata senza abbattere alcuna pianta, inserendo discretamente la parte pavimentata all'interno della cam-pagna senza stravolgerne l'aspetto. 


  Il leggero pendio su cui si estende il locale è stato gestito in modo che fosse accessibile 10599_558901347493666_1749377692_n[1]a chiunque. Ne è venuto fuori un luogo articolato in diversi ambienti apparentemente distinti, in armonia tra loro in una veduta d'insieme.

  Il posto è frequentato di sera, di conseguenza l'impianto d'illumina-zione ha ricevuto un'attenzione quasi morbosa. Si è utilizzata luce gialla cercando di non illuminare tutto a giorno ma a spot, creando così un'atmosfera discreta e gradevole.


  263672_200948156622322_373809_n[1]Le uniche piante aggiunte sono state gli oleandri e i fichi d'India lungo il vialetto d'entrata, e il piccolo giardinetto di fronte alla zona bar, che ospita una bordura di timo, un nespolo, un corbezzolo e un ces-puglio di plumbaco, piante scelte per la loro rusticità e la esigua esigenza idrica. La potatura delle piante è gestita in modo da lasciare loro un aspetto naturale.....

.........del resto la potatura ideale è quella che non si vede.





 
  
 
  Site Map